Indagine di mercato per il reperimento di immobili da adibire a residenzialità universitaria in Padova

Immagine raffigurante delle pedine rosse a forma di casa disposte sopra un tavolo

Con il presente avviso, approvato con Decreto del Direttore n. 159/2024, ESU di Padova intende acquisire manifestazioni di interesse da parte di soggetti pubblici o privati, al fine di reperire proposte di locazione a lungo termine di compendi immobiliari idonei ad essere adibiti a residenzialità universitaria nella Città di Padova.

Caratteristiche e condizioni degli immobili sono descritte nell’avviso allegato

La manifestazione di interesse e i documenti richiesti ai punti 3 e 4 dell’avviso, debitamente sottoscritti dal soggetto titolare, dovrà pervenire all’ESU di Padova mediante posta certificata all’indirizzo esu@cert.esu.pd.it

La domanda dovrà essere inviata entro le ore 10.00 del giorno 30/05/2024

Richieste di chiarimenti e risposte

Il contraente chi è e che durata avrà il contratto?
La durata dei contratti conclusi sarà di tre anni (v. art. 2 AVVISO).

Le utenze a chi saranno in carico?
Saranno in carico a ESU. Nel caso in cui soggetti offerenti intendano proporre un canone di locazione comprensivo delle utenze relative a acqua potabile, energia elettrica e produzione calore, il prezzo massimo per singolo posto letto arredato è incrementato di € 80,00 mensili (oneri fiscali inclusi), fatto salvo conguaglio sulla spesa effettiva da effettuarsi a fine anno (v. art. 2 AVVISO).

Chi garantisce il pagamento dell’affitto, delle  spese condominiali e per eventuali danni anche agli arredi in sede di riconsegna dell’immobile?
I contratti di locazione saranno stipulati tra il soggetto offerente ed ESU. Tutti gli oneri ricadenti saranno a carico di ESU.

Al contratto sarà applicabile la cedolare fissa del 10%?
Il regime di cedolare secca può essere applicato in virtù di quanto chiarito con la Consulenza giuridica n.956-40/2018 fornita da Agenzia delle Entrate.

L’importo del canone sarà concordato dopo sopralluogo?
L’importo del canone richiesto deve essere dichiarato in sede di offerta (v. punti 5, 6 e 7 MODELLO_A).

In caso di eventuale manutenzione a chi sarà in carico?
Come da C.C. art. 1576 “Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore (ESU)”.

In caso di spese condominiali non incluse nella quota di locazione dobbiamo spuntare la casella SI o la casella NO? Porto un esempio concreto per essere più chiaro: se oltre alla quota di locazione di 330 euro per posto letto con utenze incluse, ci sono 40 euro di spese condominiali mensili per posto letto (quindi 480 euro all’anno per posto letto che in una unità abitativa di 5 persone sono pari a 2400 euro), quale casella devo spuntare e che importo dobbiamo inserire?
Con riguardo alla sua richiesta e al specifico caso citato, dovrà indicare: SI e l’importo TOTALE ANNUO per l’unità proposta e quindi € 2400.